LA STORIA LE REGOLE CURIOSITÀ BIOGRAFIE IMMAGINI I CONCORRENTI
VIDEOGIOCO GIOCHI MULTIMEDIA VIDEO STAMPA FORUM CREDITI LINKS
a cura di Francesco Amico

INDOVINA CHI VIENE A PRANZO
Corrado festeggia la 500° puntata di "Il pranzo è servito" con due concorrenti d’eccezione: Banfi e Vianello. I due comici devolveranno la loro vincita in beneficenza. "In luglio -annuncia il presentatore- andrò in vacanza. Ci rivedremo a settembre".
Articolo di
"Sorrisi N° 26"

dell'anno 1984

Mai visti insieme in tv tre supercampioni del buonumore come Corrado, Banfi e Vianello. L’occasione per questa gustosissima performance è la ricorrenza, abbastanza eccezionale, della 500° puntata del telequiz di Canale 5 "Il pranzo è servito" condotto da Corrado e in onda ogni giorno, esclusa la domenica, all’ora di colazione dal settembre del 1982. I tre "ragazzi" irresistibili appaiono fianco a fianco sul video: Corrado nelle solite garbate vesti del padrone di casa-conduttore, Lino Banfi e Raimondo Vianello in quelle insolite di concorrenti. I 3 milioni e rotti in palio, elargiti a ciascun concorrente, andranno in beneficenza: Vianello li destinerà all’Associazione per la ricerca sul cancro, Banfi offrirà la sua supervincita (lui che è pugliese) all’orfanotrofio femminile di Canosa.
Nello studio 2 della Dear, la scenografia di "Il pranzo è servito", creata dall’architetto Giuseppe Galeotti, è ingentilita da enormi corbeilles di fiori (costate circa mezzo milione l’una). C’è però aria di smobilitazione, perché il telequiz sta per andare in vacanza, e la ripresa autunnale avrà come teatro non più la Dear ma probabilmente la Safa Palatino, come ci anticipa il regista Lino Procacci. La bruna valletta Linda Lorenzi, che per la 500° puntata si esibisce in un giochetto di prestigio imparato dall’ex…datore di lavoro Tony Binarelli, sogna paradisiache vacanze nel mare delle Puglie, come la ventina di tecnici impegnati nel programma, produttore esecutivo compreso (che poi sarebbe Marina Donato, la compagna di Corrado). Facciamo un bilancio con Corrado?
Allora, come è andata questa serie di "Il pranzo è servito"?
"Con un’audience media di 7 milioni di telespettatori, in una fascia oraria, le 13, che pensavamo non esistesse. Poi, anche altri hanno scoperto che a quell’ora le massaie, gli anziani e i bambini piccoli sono a casa, e così questa fascia è diventata una sorpresa per tutti."
Alludi alla tua ex compagna di lavoro di "Canzonissima" Raffaella Carrà, per un periodo tua concorrente d’orario con "Pronto…Raffaella?"…
"Si è trattato di due diverse trasmissioni, tutto sommato, e ciascuno di noi due ha avuto i suoi aficionados (per dirla alla Sudamericana, come "gusta" a Raffaella). Io non escludo che, con il diabolico telecomando, i telespettatori siano passati da un canale all’altro.
Per la ripresa autunnale avete qualche novità in programma?
"Certo, penseremo a qualche modifica: anche noi faremo delle telefonate in giro, legate ad un concorso. Ma per ora voglio riposarmi, dopo due anni ininterrotti di lavoro, tra "Ciao gente" e "Il pranzo è servito". Ne ho diritto, no?
Dove ti riposerai?
"Non lo so ancora, perché con Marina andremo fuori a luglio, forse al mare, sperando che, visti i precedenti, a luglio non arrivi un autunno anticipato."
Ma tu, Corrado, come ti riposi?
"Molte volte mi riposo… preparando il prossimo lavoro. Ma questa volta voglio rilassarmi, lo prometto."
Nonno Corrado, come cresce la tua nipotina Cristina?
"Ringraziando il cielo, sorride sempre: il mio augurio è che possa sorridere sempre come adesso, nella vita. Questo "affarino" che ha gli occhi azzurri come i miei, fra poco compierà 3 mesi e penso che presto comincerà a riconoscermi. E allora sarà divertente."
Corrado, ma perché non fai il cinema?
"Perché il mio lavoro è personalizzato al massimo. Io potrei vestirmi da Dracula o da Giulio Cesare ma il pubblico vedendomi direbbe sempre: vedi Corrado vestito da Dracula…"
Il 2 agosto compirai 60 anni: che cosa farai?
"Di certo ringrazierò il cielo per averli raggiunti."
Mi avvicino all’altro sessantenne di ferro, Vianello, pronto con Banfi a giocare. Per restare in tema, qual è il suo piatto preferito? "La pasta e fagioli" dice Raimondo. E il tuo, Banfi? "La mia specialità è il purè di fave con cicoria". Vianello e Banfi si scambiano battute: è già il canovaccio della 500° puntata de "Il pranzo è servito". Anche il buonumore è servito, per i telespettatori

Torna indietro alla sezione stampa

Google