LA STORIA LE REGOLE CURIOSITÀ BIOGRAFIE IMMAGINI I CONCORRENTI
VIDEOGIOCO GIOCHI MULTIMEDIA VIDEO STAMPA FORUM CREDITI LINKS

Ecco un po' di numeri sui dieci anni di vita del "Pranzo":

  • il 13 settembre 1982 la prima puntata
  • 2.481 puntate registrate
  • 2.470 concorrenti che han partecipato
  • 29.772 giri di ruota
  • 37.215 domande formulate
  • 999.240 minuti di programma
  • 5.112.900.000 lire di premi distribuiti (i primi anni erano solo regali)
  • una cifra totale di 6.947.000.000 spettatori collezionati nell'arco dei dieci anni
  • Corrado ha cominciato a servire il pranzo nel 1982 e ha proseguito fino al giugno 1990 per un numero complessivo di 1.932 puntate
  • Nell'ottobre dello stesso anno è arrivato Claudio Lippi che è rimasto in carica fino al 1992 per un numero di 525 puntate
  • Nell'ultimo mese di vita la conduzione della trasmissione è passata a Davide Mengacci dal 17 agosto al 12 settembre 1992 ha condotto 24 puntate, che sono servite come prova per "La Cena è Servita", il quiz quotidiano sempre firmato da Corrado andato in onda dal 14 settembre 1992 al 1 Marzo 1993 su Retequattro alle 18.15.

  • La scenografia dello studio era composta da pannelli in legno compensato rivestiti da un motivo quadrettato, e attorniavano tutto lo studio.
  • Le gira-caselle dei tabelloni erano in totale 50, 25 per concorrente, poi dal 1991, vennero sostituite da caselle luminose, ma comunque invariate nel numero.
  • Le postazioni dei concorronti erano due pile di 10 piatti di legno ciascuna, con incorporati i due monitor che servivano per alcuni giochi, dal 1991 diventarono due giganti cappellini da cuoco che si illuminavano completamente se il concorrente si prenotava, e i pulsanti per i concorrenti vennero inseriti in due appoggi obliqui, laterali al monitor, ma comunque nascosti dalla forma del cappellino.
  • Nella primissima puntata del "Pranzo", sulla ruota al posto del tipico fiore-jolly c'era un logo di Canale 5 (1), che poi è stato subito sostituito con il fiore (2), che è comunque parte del logo del network; dal 1986 il fiore è stato ruotato leggermente (3).
  • Dal 1986 al 1993 i contrassegni usati per indicare le puntate vinte dai concorrenti cambiarono molteplici volte: dal 1986 al 1989 erano dei cappellini da cuoco (1), dal 1989 al 1991 erano sempre cappellini da cuoco però avevano una forma diversa e più stilizzata (2), per l'edizione 91/92, essendoci le postazioni a forma di cappellini da cuoco, i contrassegni diventarono delle forchette (3); con il passaggio a "La Cena è Servita" vennero usati dei bicchieri da cocktail (4), e con il ritorno all'orario di pranzo cambiarono in bicchieri da vino (5).
  • La disposizione delle portate sul disco della ruota rimase sempre la stessa dal 1982 al 1992, cioè: jolly, primo, formaggio, secondo, dolce, frutta, primo, formaggio, frutta, dolce, dieta, secondo; con il passaggio a "La Cena è Servita" le portate vennero sostituite con il seguente criterio: ogni portata del "Pranzo" veniva sostituita da quella della "Cena" che avesse il suo stesso numero di calorie, allora l'ordine diventava il seguente: jolly, dessert, formaggio, arrosto, aragosta, consommè, dessert, formaggio, consommè, aragosta, dieta, arrosto.
  • La cartellina da cui Corrado leggeva domande e risposte è sempre stata a forma di libro sin dal 1982: dall'82 all'85 era a quadretti fini che richiamava la scenografia principale (1), dal 1986 venne ricoperta con un motivo quadrettato più grande (2), dal 1989 il motivo sulla cartellina richiamava la parete dietro pubblico con il grande piatto e la scritta "Il pranzo è servito" (3); la cartellina venne poi sostituita con un'altra (non più a forma di libro ma normale) quando nell'edizione 1990/91 Claudio Lippi si fratturò un braccio, e non potendo reggere entrambi i lati della cartellina a libro gli è stata cambiata, con un motivo simile alla precedente ma senza la scritta "Il pranzo è servito" (4). La cartellina è poi tornata a forma di libro nel passaggio dal "Pranzo" alla "Cena" (5); per la cronaca, Mengacci non la mollava mai un secondo!



Episodi curiosi accaduti durante le registrazioni del "Pranzo":

  • Nella puntata in onda lunedì 28 febbraio 1983, Corrado mostrò il meccanismo della ruota: venne piazzata una telecamera dietro la scenografia e, schiacciato il pulsante, venne inquadrata la ruota che girava, però da dietro, mostrando dunque a chi aveva sollevato dubbi sulla "casualità" del marchingegno che effettivamente era frutto dell'ingegno umano e che non c'era nessuno a manovrarla.
  • Protagonista di un simpatico episodio fu un concorrente residente a Caravaggio, vicino Bergamo. Si chiama Michel Kourouma, di origini francesi. Durante le domande finali scelse come argomento il "Galateo", ma, non sapendo cosa significasse quel termine, ne chiese a Corrado il significato, salvo uscirsene con la frase ""non mi interessa cosa dice questo galateu, se io sono galante, chiedo il permesso", il tutto ripetuto più volte. Corrado pose queste domande: "Se si è su un autobus, un uomo è tenuto ad alzarsi per far sedere una donna?". Kouruma rispose si e allora Corrado gli chiese: "Vale anche sui treni?" Rispose ancora si.. sbagliando! Perchè, secondo una norma delle Ferrovie dello Stato, un uomo non era tenuto ad alzarsi per far sedere una donna. Kourouma si oppose sostenendo che il viaggio in treno è più lungo di quello in autobus, ma, vedendosi data la risposta negativa, sbottò: "bel Galateu avete voi italiani!"
  • In una puntata della stagione 1988-89 la ruota subì un guasto al suo meccanismo: nel momento dell'arresto, compariva nel foro del piatto parte di inizio del disegno di una portata e la fine di quella precedente. Ciò creò molta confusione e Corrado non sapeva quale portata assegnare. Per di più, la regia non mandava in onda il jingle musicale che accompagnava il giro di ruota, onde per cui Corrado chiese al pubblico in studio di cantarlo.
  • L'enciclopedia libera Wikipedia (consultabile all'indirizzo http://it.wikipedia.org) sostiene che, nel corso degli anni 80, molti personaggi attualmente di successo hanno partecipato a "Il pranzo è servito" come concorrenti. Vengono menzionati: Michele Cucuzza (giornalista e attuale conduttore del programma di Raiuno "La Vita in diretta"), Carlo Lucarelli (noto scrittore e conduttore del programma di Raitre "Blu notte"), Annalisa Spiezie (giornalista e conduttrice dell'edizione del Tg5 delle ore 20.00), Claudio Brachino (attuale direttore di "Videonews"), Giuliano Giubilei (giornalista, conduttore dell'edizione del Tg3 delle 19.00) e Gabriele Muccino (noto attore e regista cinematografico). La voce deve trovare comunque conferma.
  • Il nostro socio Alessandro Paterno ci racconta un episodio accaduto durante le registrazioni del "Pranzo" alle quali assisteva!
    "Il "Pranzo" veniva registrato praticamente come se fosse in diretta, senza dover fermarsi o cose del genere.
    Ricordo un episodio in cui Corrado si arrabbiò come difficilmente è mai accaduto.
    Era una domanda della seconda parte del gioco, il concorrente era il sig. Grimaldi; non ricordo bene la domanda, ma la risposta era "quadro". Beh, la domanda era facile e il concorrente la sapeva, ma un istante prima uno dietro di me ha detto la risposta a voce alta... Corrado si è interrotto è ha annullato la domanda, poi si è avvicinato al pubblico, che nella seconda parte del "Pranzo" era al buio, e ha cominciato ad inveire, ma sempre con la sua grande classe: "Chi è quel maleducato!? Si vergogni! Dovrebbe andare via, lei è un maleducato, non solo ha fatto perdere la domanda al concorrente, ma adesso costringe noi a rimanere altre due ore perchè dobbiamo tornare indietro col nastro, tagliare e rimontare tutto!!". Quel tizio rimase zitto...
    Poi, prima di ricominciare, Corrado si è scusato con il pubblico con più calma, perchè si rese conto di essersi alterato parecchio, ma comunque stava nel giusto, aveva pienamente ragione: "Mi dispiace se sono stato troppo irruente, ma per noi è un problema e il sig. Grimaldi si sta giocando i soldi!".
    Detto, fatto. Una nuova domanda fu registrata al posto di quella suggerita, il povero Grimaldi la sbagliò e perse il titolo... "

Google