LA STORIA LE REGOLE CURIOSITÀ BIOGRAFIE IMMAGINI I CONCORRENTI
VIDEOGIOCO GIOCHI MULTIMEDIA VIDEO STAMPA FORUM CREDITI LINKS

Mirella Cremonese

Ecco la testimonianza più lontana nel tempo che abbiamo, è quella di Mirella Cremonese che ha partecipato a ben 9 puntate, esattamente dal 28 maggio al 9 giugno 1985, aggiudicandosi il "Pranzo" 2 volte. A condurre la trasmissione Corrado, accompagnato da Linda Lorenzi.

"Ok, allora torniamo con la mente al 28 maggio di qualche anno fa, esattamente nel 1985... Erano i primi anni in cui diversi giochi a quiz entravano a far parte della quotidianità delle persone e, il bello di questi giochi era appunto il fatto che tutti potevano partecipare proprio perché erano alla portata di tutti… bastava aggiungere solo un pizzico di coraggio in più; ma torniamo a circa 2 anni prima… Io avevo 20 anni e scrissi alla redazione di Canale 5 a Milano 3, per chiedere di partecipare ad alcuni giochi: "Zig Zag", una simpatica trasmissione condotta da Raimondo Vianello (veniva trasmessa verso le 19,00-19,30 circa) oppure a "Bis" condotta da Mike Bongiorno a mezzogiorno e, per finire, a "Il Pranzo è Servito", trasmessa subito dopo "Bis", quindi alle 12.30 circa, presentata da Corrado.
Non seppi nulla per un anno, dopodiché mi mandarono a chiamare per un provino a Milano 3, per le selezioni de "Il Pranzo è Servito". Ci andai e, tra le persone che facevano domande, c’era il fratello di Corrado. Mi ricordo che già essere lì, alla redazione di Canale 5, mi sembrava magico e poi, mentre aspettavo, mi passò lì poco distante Lino Banfi…ed era vero! Era proprio lui, non era un personaggio finto, era vero, e mi faceva venire i brividi.
Poi passò un altro anno e, quando oramai non mi ricordavo più delle lettere e del provino, in ufficio al lavoro mi passarono una telefonata di Canale 5 dove una gentile signorina mi invitava ad andare a Roma, la settimana successiva, per registrare… sì, avevo capito bene… registrare una puntata de "Il Pranzo è Servito"! La gioia era alle stelle! Mia mamma mi avrebbe accompagnato e fu così che prendemmo il treno per Roma.
Arrivammo, era venerdì 28 maggio 1985. Andammo agli studi, ma arrivati al cancello fecero passare solo me, mia mamma doveva stare in fila fuori per entrare col pubblico. Mi ricordo che, una volta dentro, vidi Corrado… Beh, la cosa che mi colpì furono i suoi occhi azzurri ,la sua altezza e la sua gentilezza… e pensai improvvisamente alla fortuna di essere entrata nel magico mondo della televisione… e sì, ero una concorrente, una persona normale ma questa volta ero dentro quella scatola che, normalmente, guardavo da un’altra angolatura!
Ora dovevo partecipare, toccava a me. Il gioco consisteva nel rispondere ad alcune domande e, una volta data la risposta giusta, si doveva far girare la ruota per ottenere una portata, simbolica, per completare il "Pranzo" e ognuna aveva un valore diverso. Una volta completato il "Pranzo" con le 5 portate, si vinceva il montepremi, ma a complicare i giri della ruota c’era anche la Dieta, e ad aiutare, un Jolly.
Cominciai e vinsi la puntata, poi ancora, poi ancora e ancora per un totale di nove puntate tra cui per ben due volte anche il montepremi.
Mi verrebbe da dire che sarebbe quasi inutile sottolineare la gioia di quei giorni, ma è importante scrivere che tutti quelli che c’erano lì, tutti quelli che lavoravano a Canale 5, erano di una cortesia squisita, mettevano tutti noi che partecipavamo talmente a nostro agio che sembrava di essere tutti membri della stessa famiglia!
Tutti erano gentili, disponibili e per qualsiasi cosa per cui ognuno di noi avesse bisogno, loro erano lì, pronti ad aiutarci, sempre. Ricordo Linda Lorenzi, la valletta, Valentino il truccatore e parrucchiere, poi c’era un biondo coi baffi che ci metteva i microfoni, l’ho rivisto qualche tempo fa al Maurizio Costanzo Show che metteva sempre i microfoni anche lì…mi pare lo chiamassero Schulz…
Il regista Procacci che venne a chiedermi quando avrei finalmente vinto il "Pranzo", la sarta che mi confidò di essere stata per diverse volte la moglie di Alberto Sordi nei suoi film… e poi ancora fuori, Claudio Lippi, Maurizio Costanzo con Simona Izzo.
Insomma, l’esperienza è stata più che positiva, addirittura a casa mi suonava il campanello gente che non conoscevo per chiacchierare o solo per salutarmi. Ricordo che anche durante le vacanze che trascorsi al lago Garda ci furono persone che, incontrandomi, mi riconoscevano sempre per merito della trasmissione.
Quello che mi rimane nel cuore e che non andrà mai via, saranno i sorrisi di Corrado, sempre pronto alla battuta e sempre gentile con chiunque a lui si rivolgesse, sarà l’allegria di quei giorni trascorsi come protagonista di un film fantastico, sarà l’amicizia che, nonostante tutto, si instaurava tra noi concorrenti e l’angoscia di aver battuto il mio primo avversario perché ricordo che… che era così fragile... così… indifeso… così… sì, mi era dispiaciuto di averlo battuto….ma si sa, il gioco va così, e forse era destino che la ruota girasse in quel modo."

Mirella Cremonese

Ringraziamo sentitamente la nostra amica Mirella e un affettuoso abbraccio tutto da parte mia.

Ricky

Google