LA STORIA LE REGOLE CURIOSITÀ BIOGRAFIE IMMAGINI I CONCORRENTI
VIDEOGIOCO GIOCHI MULTIMEDIA VIDEO STAMPA FORUM CREDITI LINKS

Zuccarino - Cardini
Edizione 1992/1993

Questa pagina riassume l'avventura a "La Cena è Servita" di una grande campionessa, la signorina Cardini, che rimase in carica ben 7 settimane! Attraverso la sua storia vi mostriamo soprattutto come si svolgevano le puntate della "Cena".

Eccola qui in una puntata del sabato a sfidare il signor Zuccarino; le puntate del sabato erano determinanti alla "Cena" poichè veniva decretato il campione della settimana, che sarebbe poi tornato la successiva.

Il primo gioco è il Labirinto: nel Labirinto ci sono dei passaggi aperti e altri chiusi, chi dei due ne uscirà nel minor tempo si aggiudicherà la gara. La più veloce ad uscire dal Labirinto sarà la signorina Cardini che, girando la ruota, si aggiudicherà un arrosto.


Ecco ora il Juke Box di Vittorio: i concorrenti devono indovinare una canzone sentendone una versione distorta. La signorina Cardini (in perfetta nuance con la giacca di Vittorio) indovina il titolo e (molto compiaciuta) gira la ruota, e (come dice Mengacci) porta sulla sua tavola... un'aragosta!

Un'altra prova pratica, i concorrenti devono sistemare le lancette dei loro orologi giganti senza vederli, ma con il solo aiuto del pubblico.


Alla "Cena" erano presentate su un tabellone luminoso con delle scritte curiose che erano legate alle domande. Neanche a dirlo, la signorina Cardini risponde correttamente a tutte e tre le domande e può girare 3 volte la ruota per andare alla ricerca del dessert, unica portata che le manca per realizzare la "Cena". Nel primo giro prende una Dieta, Mengacci dice che è la sua specialità visto che ne prendeva tante.


Con il secondo giro va decisamente meglio, infatti vedete Mengacci con le braccia al cielo che grida "La Cena è Servita!!", e sono 3.000.000 di montepremi più il totale delle portate, e la signorina chiude questa settimana stracciando il suo avversario, il signor Zuccarino.



Rotigliano - Cardini
Edizione 1992/1993

E rieccoci, una settimana dopo ad un'altra puntata del sabato, questa volta a sfidare la signorina Cardini c'è il signor Rotigliano.
Per la puntata, c'è in studio un gruppo di persone venuto in pullman da Latina per assistere alla trasmissione, e Mengacci li fa alzare per salutarli.

Vittorio e Isabella fanno le loro presentazioni e la gara ha inizio: è una bella battaglia tra i due poichè le vincite in denaro dei due contendenti (che decretavano il campione della settimana) erano praticamente alla pari, però la signorina non riesce a tenere a bada la furia Rotigliano che la fa arrivare alle Domande Finali con un solo dessert, e Mengacci incredulo si chiede "Ma ci vedo bene? Si è forse fulminata qualche lampadina qui dalla signorina?"...

Inevitabilmente, Rotigliano realizza la "Cena" prendendo un consommé, con grande tifo del pubblico, stracciando così una grande campionessa (quando si realizzava la cena la luce dietro al piatto cambiava colore, qui sotto potete vederla viola, verde e azzurra).


La signorina comunque, guarda compiaciuta il suo montepremi, dopotutto non è andata a casa a mani vuote, anzi, ha totalizzato nelle sue 7 settimane di partecipazione 84.050.000 lire! Vittorio appone il calicetto dorato (simbolo di una "Cena Servita") sulla postazione del signor Rotigliano, e al centro dello studio, in chiusura di puntata, si saluta con affetto la signorina Cardini, che ormai lì alla "Cena" era diventata una di casa. Indovinate un po' cos'ha preso la signorina con il suo ultimo giro di ruota? Ovviamente la sua specialità, la Dieta!


Google