LA STORIA LE REGOLE CURIOSITÀ BIOGRAFIE IMMAGINI I CONCORRENTI
VIDEOGIOCO GIOCHI MULTIMEDIA VIDEO STAMPA FORUM CREDITI LINKS

Santi - Tufo
30 giugno 1992 - Puntata n°1

Ecco le immagini dell'avventura al "Pranzo" della nostra amica Anna Rita Santi, che ha partecipato nell'estate del 1992, nelle ultime puntate condotte da Claudio Lippi, e le prime del maggiordomo Gianfranco Fino. Di questa edizione del "Pranzo" spiccano soprattutto le numerose prove pratiche, e molte le troverete in questa pagina.

Il primo gioco che la signora Santi ha affrontato è stato il gioco del golf con uova e ombrello: le due concorrenti avevano a disposizione un ombrello con il quale mandare nelle buche numerate delle uova (non vere però!), e chi avesse totalizzato più punti mandando le uova nelle buche con maggior punteggio, si aggiudicava la gara. Con 23 punti a 21, la signora Santi batte la sua avversaria, la signora Tufo, e si aggiudica il primo giro di ruota, prendendo un secondo.

Nella seconda prova (ripetere una sequenza di parole) la signora Santi si guadagna un formaggio. La terza prova della puntata è lo Scassaquindici: le due concorrenti, in varie manches, cercano di realizzare il punteggio di 15, e tentano di far sballare l'avversario giocandosi un numero da 0 a 5. La signora si aggiudica anche questa prova e aggiunge un dolce.

Dopo la pubblicità è il momento del gioco dei barattoli: le concorrenti devono abbattere con delle palline il maggior numero di barattoli, e quelli rimasti in piedi verranno conteggiati da Gianfranco e Isabella: la somma dei numeri stampati su ogni barattolo sarà il numero di una domanda di geografia alla quale le concorrenti dovranno rispondere (più alto è il numero e più difficile è la domanda); nessuna delle due riesce a rispondere al quesito, quindi nessun giro di ruota.

Dopo la gara dei barattoli, le concorrenti vengono invitate a giocare al gioco del tubo (soprannominato così da Lippi): le due sono al centro di un tubo arrotolato, devono inserire al suo interno 5 biglie, srotolare tutto il tubo (ricordiamo che loro sono al centro della spirale!) facendo così scorrere le biglie fuori da esso, e una volta uscite le biglie le devono raccogliere e riporre in una ciotola. Vince la signora Santi, però alla ruota si becca un pollo che aveva già.

Ultima prova della puntata è il tiro alla fune, svolta dalle concorrenti con l'aiuto dei volontari del pubblico; prima di cominciare, Lippi doveva sistemare la corda al centro ma continuamente gli veniva spostata... Questa volta è la signora Tufo ad aggiudicarsi un giro di ruota e prende un dolce.

Alle domande finali la signora Santi risponde esattamente a solo un quesito, ma decide comunque di girare la ruota, e fa bene perchè aggiunge alle sue portate una frutta, e va a quattro portate, saltando per la gioia.


La signora Tufo risponde invece a due domande, e sbaglia la terza, ma presa inspiegabilmente dall'emozione gira subito la ruota, e si autoelimina perchè con due giri, avendo lei una sola portata, non può battere la signora Santi che ha 4 portate; si è resa conto dopo di avere la possibilità di cambiare la domanda sbagliata, ma un po' troppo tardi poichè la signora Santi diventa campionessa di questa puntata. Durante i saluti finali, Lippi saluta la campionessa uscente, e quando chiede alla signora Santi "E lei, che dire?..", lei lo fredda con un secco "Ci vediamo domani!", che veramente nessuno si aspettava.



Santi - Spadoni
1 luglio 1992 - Puntata n°2

La seconda puntata inizia con il gioco "inviare lettere": Gianfranco e Isabella mettono su un nastro trasportatore delle lettere magnetiche, i concorrenti, dall'altro capo del nastro, devono raccoglierne quante più possibili utilizzando una sola mano; alla fine della raccolta dovranno impiegare il maggior numero di lettere raccolte per formare delle parole di senso compiuto, in 60 secondi di tempo. La gara è vinta dallo sfidante, il signor Spadoni, che alla ruota prende un formaggio.

Il secondo gioco è una prova al pulsante, l'indovinello al fulmicotone, ma nessuno gira la ruota. Nel terzo gioco vengono usati una grancassa e un piatto: in 45 secondi i concorrenti devono contare, ma al posto di pronunciare i multipli di 7 suoneranno la grancassa, e al posto dei numeri che contengono la cifra 7 suoneranno il piatto. Il signor Spadoni riesce a contare fino a 67, mentre la signora solo fino a 26. Spadoni gira la ruota e aggiunge la frutta.

Al rientro dalla pubblicità è il momento del gioco dei cappelli: i concorrenti devono indossare un cappello (cappelli molto strani), aprire un ombrellino, percorrere un asse di equilibrio e riporre il cappello, tornare indietro e ripetere la trafila con un altro cappello. Portando lo stesso numero di cappelli, i concorrenti girano entrambi la ruota: la signora Santi porta in tavola la frutta e il signor Spadoni anche, raddoppiando quella che già aveva.

E' il momento musicale, Gianfranco e Isabella intonano una canzone però sbagliando alcune parole: i concorrenti le dovranno annotare in un notes; vince la signora Santi, che girando la ruota prende il jolly (con grande enfasi di Lippi), e sceglie il formaggio, andando così alla pari con lo sfidante.

L'ultima prova è il gioco delle spugne: le persone della prima fila del pubblico hanno delle spugne di varie forme e colori, il primo della fila le immerge nell'acqua e le fa passare all'ultimo, cercando di disperdere meno acqua possibile; quest'ultimo lancerà le spugne zuppe d'acqua al concorrente, che dovrà strizzarle in un cilindro numerato, ovviamente vince chi raccoglie più acqua. Vince la signora Santi, che raddoppia la frutta, portandosi così all'esatta parità con lo sfidante: un formaggio e due frutte a testa.

E' il momento delle domande finali, alle quali i concorrenti si presentano in assoluta parità; sarà allora il sorteggio con la monetina a decretare chi inizia per primo; tocca alla signora Santi partire per prima, si abbassano le luci... La signora risponde esattamente a tutte le domande, ha quindi la possibilità di realizzare il "Pranzo". Invece prende altre due frutte (per un totale complessivo di 4) e un dolce, e chiude la sua gara con 3 portate: formaggio, dolce e frutta.


Lo sfidante risponde a due domande e decide di girare la ruota: arriva un'altra frutta (Lippi dice che è la giornata della frutta) e un formaggio doppio, quindi, con tre portate a due, la signora Santi si riconferma campionessa!



Santi - Saccardo
2 luglio 1992 - Puntata n°3

E' la terza giornata della signora Santi, e oggi lo sfidante è il signor Saccardo. Nella prima prova i due concorrenti devono vestire due persone del pubblico con diversi indumenti da mare quali pareo, costume, pinne, maschera, e alla fine servire un drink ai malcapitati (quasi sempre gli veniva spanto addosso..). Con la scusa che era la prima volta che veniva giocato questo gioco (anche se non era vero) Lippi concede un giro di ruota ad entrambi i concorrenti. Gira per prima la signora Santi che parte con un secondo, mentre lo sfidante conquista subito un jolly che trasforma in una frutta.

E' il momento della prova al pulsante: Lippi dice una parola e per ogni sua singola lettera i concorrenti devono trovare il nome di un fiore, senza poterlo ripetere nel caso in cui la parola avesse lettere doppie. Si aggiudica il giro di ruota la signora Santi e va a finire di nuovo sul secondo, che aveva già.

La terza prova è un gioco in cui i concorrenti si avvalgono esclusivamente dell'aiuto del pubblico in studio: hanno a disposizione due coccodrilli gonfiabili, che le persone del pubblico devono far salire per tutte le file della platea, e ad un certo punto incrociare e tornare giù, e il primo dei due coccodrilli che torna dal rispettivo concorrente gli fa conquistare un giro di ruota. Per un leggero intoppo del coccodrillo della signora Santi, Saccardo si aggiudica il giro ma purtroppo per lui becca la DIETA.

Dopo lo stacco pubblicitario arriva la quarta prova: sul pavimento dello studio ci sono moltissime sagome di piedi adesive, di colore rosso e azzurro, e ovviamente i concorrenti ne devono far attaccare sotto i piedi il maggior numero possibile del loro colore; Saccardo vince ancora una volta, e gira la ruota, che però si ferma a metà tra il primo e il formaggio e deve ripetere il giro, questa volta fermandosi su una frutta che però aveva già.

Ora un gioco molto famoso al "Pranzo", la morra cinese, lo scontro tra sasso, carta e forbice: la forbice vince sulla carta, la carta vince sul sasso, il sasso vince sulla forbice, due figure uguali si annullano. Finalmente la signora Santi riesce a vincere la prova, stracciando Saccardo per 6 a 2, ma purtroppo girando la ruota prende il pollo per la terza volta!

L'ultima prova della puntata è il gioco della patata bollente: Lippi dice una lettera dell'alfabeto e i concorrenti devono dire delle parole che iniziano con quella lettera, e una volta pronunciata la parola lanciare la palla dalla parte dell'avversario, che non la può rilanciare finchè non dice una nuova parola, ovviamente non è valido ripetere quelle già dette; perde chi allo scadere del tempo si ritrova con la palla in mano, e in questo caso è toccato alla signora Santi, così Saccardo rigira la ruota andando a finire di nuovo sul jolly, e sceglie così il formaggio.

Dopo il consueto sponsor ecco le domande finali, alle quali la signora Santi si presenta con solo il secondo, mentre lo sfidante con formaggio e frutta, sarà lui infatti ad iniziare per primo a rispondere.
Risponde correttamente a due domande su tre, e consigliato da una signora del pubblico decide di girare la ruota: al primo dei due giri prende il terzo jolly, che cambia con il secondo, anche se al secondo giro puntualmente esce un doppione. Saccardo chiude quindi la sua gara con 3 portate, secondo, formaggio e frutta.

Ora è il turno della signora Santi, che però risponde correttamente a una sola domanda, e per cercare di mantenere il titolo è costretta a cambiare quelle sbagliate, anche se purtroppo sbaglia subito la prima, e così il nuovo campione del "Pranzo è Servito" è il signor Saccardo!


Ecco il maggiordomo Gianfranco che toglie le due forchettine dalla postazione della signora Santi, salutandola in un modo un po' stravagante... Isabella fa i conti, e in totale la signora Santi si porta a casa 3.000.000 di lire.

E' il momento dei saluti finali per la nostra amica, che chiude salutando tutta la sua famiglia e suo marito che è tra il pubblico, e Lippi non sa più come fermarla perchè è troppo forte!


Google